COMMENTI DA FACEBOOK:    Provate Vacanze Greche per soggiorno a Kos (Kardàmena): attenti, solleciti e cortesi. Bravi!    Rientrati ieri da Kos. Vacanzegreche si è rivelata all'altezza delle aspettative in quanto ad attenzione al cliente. Un grazie ad Andrea, Elena e a tutto lo staff per la disponibilità dimostrata. Se torneremo in Grecia sicuramente sarete ancora il nostro punto di riferimento.     Elena ed Andrea sono molto disponibili... ci rivedremo sicuramente... un bacio..     Rientrati giovedì da Kos.Bella isola, bella vacanza!!. Grazie di cuore a Elena e Andrea per l'aiuto che ci hanno dato!!!. Fiorella    Tornati ora da Rodi! Bellissimo! Grazie a tutti e la prossima volta proveremo Kos!!! MONICA    ... Elena, Andrea.... grazie mille per tutto!!!! siamo rientrate qs mattina... Vacanza splendida, sento già la mancanza di Kos... voglio tornare...!!!! a presto... ELISA    splendida vacanza, grazie KOS! ALBERTO    Ciao ragazzi, la vacanza è finita però ci siamo divertiti tantissimo un saluto poi se passate da Bologna fateci uno squillo ;) MASSIMO    Ragazzi, siamo a Kos da quasi 2 settimane con Vacanze Greche, ottima organizzazione e alloggi...poi Kos é stupenda! Partite subitoooo    Ciao Andrea !Grazie per la magnifica vacanza :-)) ANDREA CECCATO    Chi va a Kos, ci tornerà ogni anno....parola di chi, come me, la conosce benissimo... IRENE    Ciao ragazzi sono tornata ma già mi manca Kos volevo ringraziarvi per tutto siete stati molto disponibili GIOVANNA    Ciao Elena/Andrea, vorrei farvi un ringraziamento per l''assistenza e i consigli sui posti che c'erano da visitare... è stata proprio una bella vacanza!! Francesca    Ciao ragazzi!!Volevo ringraziarvi per le indicazioni e il supporto che ci avete dato per vivere questa vacanza al meglio...Bellissima isola Kos...resta nel cuore!!Un bacio e alla prossima magari! Federica

Storia di Kos -RIEVOCAZIONE STORICA

Lisola di Kos fu abitata nella storia  sin dal IV secolo a.C.

I primi abitanti furono i Protoellenici, i Pelasgi e i Lelegi.. A questi primi abitanti seguirono i Carii, i Fenici e i Micenei che giunsero nell’isola di Kos e causa del maremoto provocato dall’eruzione del vulcano di Santorini. Giunti nell’isola di Kos la conquistarono e ne influenzarono la cultura, come testimoniano i molti resti archeologici di quel periodo.

Nella storia di Kos successivamente giunsero i Dori nel XI secolo a.C. E fondarono varie colonie e Kos conobbe un periodo di particolare prosperità nell’agricoltura, nei commerci, nella nautica e nelle manifatture oltre ad aver acquisito lingua e religione delle popolazione doriche.

Intorno al VII secolo l’isola di Kos passò nelle mani degli Arconti con l’instaurazione di un regime democratico con un senato, un parlamento e tutti i relativi organi democratici.

Intorno al VI secolo giunsero i Persiani conquistando l’isola.

Intorno al 500 a.C. Gli abitanti riuscirono a disfarsi dal dominio persiano e intorno al 400 a.C. Si schierarono dalla parte degli ateniesi durante la guerra del Peloponneso, ma con l’arrivo degli Spartani a Kos venne abolita la democrazia e si passò alla Decarchia.

Dopo tutte queste avventure, l’isola si avviò verso un periodo di stabilità. Durante il periodo ellenistico l’isola di Kos continuò a crescere di importanza nei commerci, nella nautica, nella lavorazione della ceramica, nelle arti e nelle lettere.

Con l’avvento della potenza Romana, gli abitanti si schierarono con i Romani e i loro alleati.

Durante il periodo bizantino l’isola di Kos entrò a far parte del Dodecanneso seguendo le alterne vicende dell’Impero.

Poco dopo si susseguirono i Vandali, i Visigoti, gli Slavi, gli Arabi, i Saraceni e i Normanni.

Nel 1204 l’isola passò nelle mani dei Veneziani e la Kos storia continua

Nel 1312 gli Arabi misero ripetutamente l’isola a ferro e fuoco.

Nel 1304 l’isola di Kos venne annessa all’ordine dei Cavalieri di San Giovanni di Gerusalemme e vi rimase per ben 218 anni in cui la munirono di fortificazioni, riorganizzarono l’esercito e la flotta e la governarono secondo la regola dell’ordine.

Nel 1457 i Turchi, che avevano ormai già invaso l’impero bizantino, cercarono di prendere l’isola di Kos, ma i suoi abitanti a fianco dei Cavalieri, riuscirono a respingerli.

Solo nel 1523 i Turchi riuscirono a conquistare l’isola, dopo che i Cavalieri se ne andarono a seguito di un accordo con i nuovi conquistatori.

I 390 anni che seguirono,per gli abitanti di Kos, furono ricchi di stragi e umiliazioni ma, nonostante queste difficili condizioni di vita, riuscirono a mantenere vivo lo spirito nazionale.

Il 7 Maggio 1912 l’isola di Kos passò sotto l’amministrazione italiana, dopo il loro sbarco avvenuto con il pretesto di liberare le isole dal dominio turco.

Gli abitanti dell’isola di Kos salutarono gli italiani con particolare entusiasmo e all’inizio la convivenza fu amichevole.

Purtroppo l’ascesa del fascismo portò ad un cambiamento del clima politico e i governatori cominciarono ad opprimere la popolazione locale.

Nel 1943, in seguito alla sconfitta dell’Italia nella Prima Guerra Mondiale, data della storia di Kos, i Tedeschi si impadronirono dell’isola di Kos e sottoposero la popolazione ad una dura repressione.

Nel 1945 l’isola venne conquistata dagli Inglesi.

Il 7 Marzo 1948 a Kos venne alzata la bandiera greca con manifestazioni festose a seguito dell’annessione del Dodecanneso alla Grecia.